AMICI e Un Raggio di Luce: alleanza per il Centrafrica

Di Repubblica Centrafricana si parla poco anche perché gli italiani che sanno che esiste un Paese con questo nome non sono certo molti. Per rompere il silenzio e sfidare un’informazione che dimentica intere regioni del mondo, venerdì 16 giugno, AMICI Betharram Onlus e la Fondazione Un Raggio di Luce hanno dedicato una serata proprio a questa terra presso la quale entrambe le associazioni sono impegnate in ambito umanitario. L’incontro è stato organizzato all’interno degli eventi di apertura della mostra fotografica «Al cuore nero del mondo» ospitata dalla chiesa di San Francesco a Pistoia fino al prossimo 25 giugno. Un filmato proiettato nella sala capitolare dell’ex convento ha fatto il punto sulla situazione attuale del Paese, mentre padre Piero Trameri in qualità di presidente di AMICI – incalzato dalla moderatrice Silvia Vienni – ha illustrato i progetti portati avanti da oltre trent’anni dai missionari betharramiti a Bouar e Niem, aggiungendo a questi anche gli obbiettivi in fase di realizzazione come la sala operatoria per la quale si stanno ancora raccogliendo fondi. Dopo di lui, è intervenuto un esponente di Emergency, organizzazione non governativa presente in Centrafrica da diversi anni, che ha completato la panoramica raccontando l’esperienza della ong soprattutto nell’ospedale di Bangui. La parola è poi passata a Paolo Carrara, presidente della fondazione «Un Raggio di Luce Onlus» il quale ha mostrato i lavori fatti nel Paese africano negli anni precedenti lo scoppio della guerra civile nel 2013, specialmente la costruzione di due casse di risparmio e credito nel villaggi di Mbata e Pissa e la collaborazione con la ong Kizito che sostiene le opere di suor Elvira Tutolo a Berberati.  La speranza, alla fine della serata, è che la collaborazione nata nella mostra «Al cuore nero del mondo», possa essere esportata anche in loco per il bene dell’intero Centrafrica.

 

Autorizzo ai sensi del D. Lgs. 30 Giugno 2003 n. 196 il trattamento dei dati personali trasmessi. I dati inseriti in questo modulo saranno utilizzati al solo scopo di fornire le informazioni richieste e saranno soggetti al massimo riserbo, in piena ottemperanza della normativa vigente sulla privacy, e quindi non potranno essere divulgati a terzi senza esplicito consenso dell'interessato.