Bitonto: il candidato sindaco ispirato da padre Aldo

Oggi parliamo di politica, ma non per fare campagna elettorale. È capitato infatti che a Bitonto (in provincia di Bari) nella corsa alla fascia tricolore hanno avuto un ruolo anche quei padri betharramiti che per 25 anni hanno vissuto nelle frazioni facendo un enorme lavoro di aggregazione sociale ma che poi hanno lasciato la comunità nel 2011. In particolare è Dino Ciminiello, candidato sindaco per il Movimento Cinque Stelle che in una video intervista a BitontoLive ha portato una chitarra acustica per rappresentare il suo impegno presso la parrocchia Maria SS. Addolorata di Mariotto e il percorso di studi in seminario – interrotto dopo 10 anni – sotto l’influenza di padre Aldo Nespoli e per ricordare un momento fondamentale della propria esistenza che «anche gli elettori devono sapere di me». Parroco della frazione di Mariotto per 25 anni, dal 1988 al 2011, «padre Aldo Nespoli è stato – dice Ciminiello – per noi mariottani una figura carismatica perché ha portato la voglia di continuare, di lottare, di amare il proprio territorio. Ricordo con sentimento quelle passeggiate che facevamo verso le chiese rurali e in campagna, per conoscere il nostro territorio. La politica come servizio nasce proprio da lì e dall’esperienza del seminario».