Bouar: i betarramiti applauditi dall’Onu

Giornata di importanti visite nella città di Bouar: venerdì 12 agosto la sede dell’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNCHR) ha ospitato l’incontro tra il coordinatore umanitario e la rappresentante dell’Onu, in visita in città per osservare i progetti realizzati dalle diverse organizzazioni presenti in Centrafrica. In quanto istituzione impegnata attivamente in tante «missioni» del Paese, è rientrata nelle tappe della visita dell’Alta istituzione internazionale anche la Caritas di Bouar, il cui responsabile è proprio il padre betarramita Beniamino Gusmeroli. Gli alti funzionari sono stati accompagnati per vedere «dal vivo» i progetti realizzati, in particolare i due ponti inaugurati nel mese di maggio (ne avevamo parlato qui) che collegano dei villaggi altrimenti difficilmente raggiungibili. Il coordinatore umanitario si è complimentato per il lavoro svolto e per la preziosa opera prestata dalla Caritas per la promozione della coesione sociale in questo periodo di transizione, delicatissimo per il Paese.

Questo slideshow richiede JavaScript.