Centro San Michel: un diamante per il Centrafrica

In Centrafrica la povertà rende difficile la cura delle malattie, tra le quali una delle piaghe più grandi è l’AIDS. Il Centro Saint Michel – fondato dai padri di Bétharram nel 2010 – oggi ha in cura 900 persone circa e 100 bambini. Adoperando il metodo della cura a domicilio, il Centro – gestito dal betharramita fratel Angelo Sala insieme a otto infermieri e due tecnici di laboratorio – è diventato un punto di riferimento per le altre strutture sanitarie cattoliche e protestanti della regione. Proprio del Centro san Michele si parla in questa intervista realizzata da don Fausto Brioni, responsabile di TeleRadioPace, e nella mostra “Diamanti di sangue” che viene inaugurata oggi (ore 17) al Binario 7 di Monza (via Turati 6).