Giubileo betarramita: si parte!

Valigie pronte per gli oltre venti pellegrini che domani, 2 giugno, s’imbarcheranno sull’airbus che li porterà a Toulouse dove comincerà ufficialmente il giubileo betarramita. La proposta – lanciata da Betagorà e Il Mosaico – di un pellegrinaggio nell’anno della misericordia con doppia partenza da Milano e da Roma si è realizzata solo a metà: alle poche adesioni dalle parrocchie del nord, hanno invece risposto decine di richieste da parte dei laici intorno alla Villa del Pino di Monte Porzio Catone, tanto che, con coloro che sono rimasti esclusi dal pellegrinaggio, si pensa a una replica il prossimo settembre. Tra i magnifici 22, guidati da padre Mario Longoni alla volta del santuario di Bétharram, anche tre toscani provenienti dalla parrocchia di Montemurlo. L’organizzazione del viaggio che prevede il pernottamento proprio nella casa madre della congregazione, una visita alle famose grotte di Bétharram e momenti di preghiera a Lourdes, non sarebbe stata possibile senza la collaborazione dei padri francesi che si sono adoperati per riservate ai «cugini» italiani una calda accoglienza. Un po’ a sorpresa, infatti, arriva la notizia che il gruppo di pellegrini parteciperà alla solenne celebrazione per la festa del Sacro Cuore a Bétharram per poi spostarsi a Pibrac, dove parteciperanno alla celebrazione che sarà presieduta dal regionale padre Jean-Luc Morin. Dopo la messa, le donne della parrocchia si sono offerte di preparare un pranzo di famiglia per tutti e anche a tavola gli italiani sono invitati.