GMG: i betarramici ci sono

Sono partiti per Cracovia, i dieci ragazzi di Montemurlo che parteciperanno alla Giornata mondiale della gioventù in programma nella città polacca da oggi fino al 31 luglio. I giovani della parrocchia betarramita sono guidati da padre Simone Panzeri, che è stato recentemente intervistato dalla Diocesi di Pistoia per raccontare come lui e i suoi ragazzi si stanno preparando per questa esperienza.

Anche la nostra diocesi come tante altre è in fermento per l’imminente partenza dei giovani delle nostre parrocchie verso Cracovia..

La partenza per la GMG è sempre un momento carico di entusiasmo. Si parte un po’ all’avventura, senza sapere chi si incontrerà, dove si mangerà, dove posare la testa per dormire … Questo mette i giovani nell’atteggiamento giusto per gustare tutto all’insegna della provvidenza di Dio: tutto quello che vivremo sarà un Dono fatto da Lui, un dono prezioso fatto di gesti, parole, condivisione con altri giovani provenienti da tutto il mondo, un dono da conservare e custodire nel cuore. Davvero la GMG permette di gustare la felicità dei piccoli gesti quotidiani di condivisione e quindi di sperimentare quell’amore che è il motore dell’incontro di Cracovia: “Beati i misericordiosi perché troveranno misericordia”.

Nei mesi precedenti si è svolto un itinerario di preparazione all’evento curato dalla Pastorale Giovanile. Come sono stati vissuti dai giovani questi momenti e quali sono stati i temi di riflessione legati all’anno giubilare?

Durante questo anno pastorale 2015/2016 la Pastorale Giovanile della nostra Diocesi ha prestato molta attenzione e cura per accompagnare i giovani verso la GMG. Potremo dire che l’evento di Cracovia è la punta di un iceberg fatto da tanti momenti preparati e vissuti sia a livello parrocchiale che diocesano, che hanno portato tutti i giovani (e non solo quelli che andranno in Polonia) a vivere soprattutto il Giubileo della Misericordia.
Papa Francesco, nel suo messaggio per la GMG di Cracovia, chiede direttamente ai giovani: “E tu, caro giovane, cara giovane, hai mai sentito posare su di te questo sguardo d’amore infinito, che al di là dei tuoi peccati, limiti, fallimenti, continua a fidarsi di te e guardare la tua esistenza con speranza?”. Abbiamo così cercato di accompagnare i giovani a fare esperienza di questa Misericordia di Dio attraverso vari appuntamenti Diocesani.

Domenica 17 luglio, il mandato affidato dal Vescovo è l’ultimo e importante appuntamento al quale i giovani della diocesi sono chiamati a partecipare…

È stato un momento importante, in cui ciascun giovane è stato inviato personalmente dal Vescovo verso Cracovia. Questo gesto ci fa capire che nel cammino di fede e nelle scelte della vita non siamo mai soli, ma che la chiesa, la comunità dei fratelli raccolti intorno a Cristo, cammina insieme: non si può credere da soli! Se la nostra fede è credere all’amore di Dio, allora, proprio perché non posso amare da solo, ciascuno di noi ha bisogno di credere immerso nell’amore di una comunità in cammino che è la Chiesa, dove sperimenta la misericordia di Dio vivo. Ed è bello vivere questo momento di Chiesa accompagnati dallo sguardo materno di Maria. San Giovanni Paolo II ha voluto che ad accompagnare i giovani in ogni GMG ci fossero due segni: la Croce e la Vergine Maria. È proprio da Maria che impariamo l’umiltà di lasciarci amare e condurre dalla tenerezza paterna di Dio. È a Maria, che ha creduto per prima alle promesse di Dio, che affidiamo il cammino di ogni giovane che è teso ad ascoltare e comprendere cosa Dio vuole dalla sua vita.

I giovani pellegrini saranno chiamati a condividere l’intenso programma dell’evento. Ci sono delle date importanti da ricordare?

Il programma della GMG, come sempre, è molto intenso. Ha dei momenti forti, degli eventi di festa e delle situazioni in cui sembra di essere travolti dal caos di uomini e donne che come un fiume si riversano nelle strade della città che ospita la GMG. Il programma dettagliato serve per non perdere di vista il motivo profondo dell’evento a cui si sta partecipando, a non smarrirsi o lasciarsi prendere dalla stanchezza. Gli eventi a cui parteciperemo saranno:

Oggi (martedì 26), la Messa di apertura della GMG celebrata dall’Arcivescovo di Cracovia, Card. Stanislaw Dziwisz;
Mercoledì 27, al mattino, il pellegrinaggio giubilare alla Porta Santa del Santuario della Divina Misericordia insieme a tutti i giovani italiani;
Giovedì 28 e Venerdì 29, al mattino, le catechesi sulla Misericordia; giovedì sera l’accoglienza di Papa Francesco; venerdì pomeriggio l’incontro con il nostro Vescovo Fausto Tardelli e, la sera, la Via Crucis per le strade della città;
Sabato 30 la Veglia di Preghiera con Papa Francesco e, infine,
Domenica 31, la Messa conclusiva della GMG presieduta dal Santo Padre.