I 30mila pellegrini per la Madonna del Bel Ramo

A testimoniare che a Bétharram quel 28 luglio 1912 si celebrò una vera e propria festa c’è una foto d’epoca. Nell’immagine segnata dal tempo – oltre un secolo è passato infatti da quell’avvenimento ancora caro alla famiglia betharramita – si vedono pellegrini in corteo sulla spianata del Calvario a lato del santuario mariano, durante la Messa che avrebbe sancito l’incoronazione della statua della Vergine bianca ritenuta responsabile del salvataggio di una bambina dalle acque del fiume Gave. Alla foto si aggiungono le cronache che raccontano che in occasione di quella ricorrenza parteciparono dieci vescovi, 600 preti e circa 30mila pellegrini giunti a bordo di treni speciali oppure addirittura venuti a piedi. L’occasione infatti era imperdibile. Papa Pio X, molto devoto alla bianca Madonna scolpita da Alexander Renoir, decide di offrire due corone d’oro alla madre e al bambino: «Ciascuna – spiegano i documenti – rappresenta un ramo sopra al quale si snodano foglie intrecciate con fiori e frutti rese con l’inserimento di pietre preziose». Il compito di posare la corona sul capo della Madonna viene affidato dal pontefice a padre Victor Bourdenne, allora procuratore generale della congregazione del Sacro Cuore di Bétharram, in un messaggio ufficiale letto durante la celebrazione: «Noi inviamo il nostro caro figlio, Victor Bourdenne la cui pietà si è manifestata benissimo nella cura del santuario. È lui che porterà le due corone d’oro che noi vi autorizziamo a porre sul capo della statua che rappresenta la divina Madre e suo Figlio».

La Madonna del Bel Ramo incoronata, così come è visibile oggi nel Santuario di Bétharram