Il Capitolo generale ai blocchi di partenza

Dopo un lungo viaggio – che li ha visti fare tappa ad Amsterdam, Asuncion e infine presso la casa di formazione betharramita a Lambaré, zona sud della città – i delegati italiani al Capitolo generale della congregazione del Sacro Cuore di Bétharram sono arrivati a San Bernardino dove è in corso la più importante riunione dell’ordine religioso che si tiene ogni sei anni. I nostri connazionali giunti in Paraguay sono i padri Aldo Nespoli, Mario Longoni, Simone Panzeri e Piero Trameri, oltre a padre Tiziano Pozzi che al Capitolo partecipa come rappresentante della Repubblica Centrafricana e al sovicese padre Angelo Recalcati, missionario da oltre 40 anni in America Latina e attualmente residente in Uruguay. Ad aprire l’edizione paraguaiana del consesso, sabato una celebrazione presieduta da monsignor Gogorza con l’inaugurazione della casa di spiritualità a San Bernardino messa a nuovo per l’occasione. Domenica, il vescovo della diocesi monsignor Jimenez e due vescovi emeriti betharramiti, i monsignori Gogorza e Silveiro, hanno concelebrato presso il santuario nazionale della Vergine di Caacupé – il più grande del Paese, tanto che la città è considerata la «capitale spirituale» del Paraguay – alla presenza di molti pellegrini. Dopo la preghiera e momenti di ritiro curati da suor Maria del Carmen Barrios, sono cominciati i lavori con l’intervento ufficiale di apertura del Capitolo da parte del generale uscente padre Gaspar Fernandez Perez. Proprio per la buona riuscita del Capitolo generale della congregazione del Sacro Cuore, in corso a San Bernardino in Paraguay, si è pregato anche in Italia, durante le messe di ieri in tutte le parrocchie betharramite del Paese.