Il coro della parrocchia canta i Beatles

Non solo canzoni da liturgia, il coro della parrocchia betharramita San Guglielmo di Castellazzo canta anche i Beatles. Per crederci bastava partecipare alla manifestazione che domenica 8 ottobre ha ricordato i cinquant’anni del primo collegamento in mondovisione effettuato dall’Italia che vide proprio il maneggio della frazione di Castellazzo come punto di trasmissione della puntata “Our World” andata in onda il 25 giugno 1967. Il centro ippico di Castellazzo – fondato da Graziano Mancinelli, medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Monaco del 1972, di cui quest’anno si ricorda il venticinquestimo della scomparsa – fu scelto come location della trasmissione proprio perché all’epoca l’equitazione era una delle eccellenze dello sport italiano e ai fratelli Raimondo e Pietro d’Inzeo fu chiesto di esibirsi per l’occasione. Le associazioni «Amici di Castellazzo» e «Vivere Castellazzo» insieme alla parrocchia San Guglielmo hanno voluto contribuire al ricordo di questo passato, invitando anche l’olimpionico Vittorio Orlandi e il presidente del coni lombardo Oreste Perri. La comunità betharramita in particolare ha prestato il suo coro che ha pensato una colonna sonora apposita per l’iniziativa: al centro dell’esibizione i Beatles con «All you need is love», la canzone che venne interpretata dai Beatles per la prima volta proprio quel 25 giugno 1967 dagli studi di Abbey Roads di Londra, al termine del collegamento da Castellazzo.