Il giardino fiorito

 

Maggio: il mese di Maria «rosa mistica» è in piena attività. Proprio come il giardino della casa betarramita di Albiate, che in questi giorni è tutto fiorito come omaggio allaMadonna, alla quale la casa dei padri è intitolata. Per far sbocciare peonie, rose e calle ci sono voluti mesi di intenso lavoro nella terra da parte dei due padri giardinieri Antonio Canavesi e Aldo Nespoli. Altri padri hanno insistito per far l’orto, mentre nei mesi invernali è stata allestita anche una piccola serra per favorire la crescita di alcuni fiori delicati, ad esempio i gerani, ma anche come spazio dedicato al giardino botanico delle piante grasse. Guai a credere però si tratti solo di un passatempo o di una mania di ornamento: per i padri il giardino fiorito nasce da una profonda riflessione teologica ispirata alla teoria del cardinal Martini sulla bellezza, strumento tutt’altro che superficiale, e anzi capace di «salvare il mondo».