Il «grazie» di padre Alberto

 

Grande festa nel piccolo paese di Lierna, sul lago di Como, per la straordinaria ricorrenza: il 50° di sacerdozio del missionario betarramita padre Alberto Pensa.

Ci sono stati diversi momenti importanti, cominciati nella serata di venerdì 5 giugno presso il teatro dell’oratorio  della parrocchia di Sant’Ambrogio: qui è stata presentata una testimonianza animata dal gruppo missionario giovanile e dal coretto della parrocchia San Francesco di Lecco. Tra i ragazzi coinvolti, anche Elena, Chiara e Lucia che proprio l’anno scorso hanno vissuto alcune settimane nella missione di padre Alberto a Ban Pong, nel nord della Thailandia.

Le ragazze hanno raccontato, partendo dalla loro esperienza, l’opera di padre Alberto, l’accoglienza alla missione  Holy Family Catholic Centre“, le loro giornate con i bambini e le visite ai villaggi.

Domenica 7 giugno, nel giorno della ricorrenza della festività del Corpus Domini, alle ore 10:30 padre Alberto ha celebrato la Santa Messa nella chiesa parrocchiale gremita di concittadini e di amici che, nel corso degli anni, hanno visitato la sua missione.

Accanto a lui, oltre a don Marco Malugani (parroco in Sant’Ambrogio di Lierna) erano presenti anche il padre provinciale Jean-Luc Morin e il vicario per l’Italia padre Aldo Nespoli, in rappresentanza della congregazione betarramita, padre Piero Trameri, responsabile del Centro Missionario e padre Albert Sa-at, sacerdote thailandese ordinato appena un anno fa nella cattedrale di Chiang Mai.

Nell’omelia, padre Alberto ha ripercorso i suoi 50 anni di sacerdozio fin dalle origini, a partire dall’ordinazione nel duomo di Milano, il 12 giugno 1965 e la successiva prima Messa, celebrata proprio nella chiesetta di Lierna. Per l’occasione padre Alberto ha persino indossato la stessa pianeta di 50 anni fa!

Ripercorrendo i suoi primi anni di sacerdozio passati in Inghilterra per perfezionare la lingua, padre Alberto ricorda la “profetica” visita di padre Arialdo Urbani (oggi missionario in Repubblica Centrafricana), suo compagno di studi e di messa, già partito per la Thailandia. Proprio padre Arialdo, infatti, tornando a casa dal paese asiatico, raccontò a padre Alberto la sua esperienza e gli propose di raggiungerlo per aiutarlo nell’opera di accoglienza delle persone emigrate dalle Birmania verso il nord della Thailandia.

«Così – prosegue padre Alberto – il 1 novembre 1972 mi trovo in Thailandia ed allora inizia il mio cammino in quel paese tanto lontano».

Padre Alberto paragona la sua vita in missione ad eventi atmosferici: «Ho vissuto con il sole, con il freddo il caldo, ho superato forti temporali e difficoltà» e conclude con un pensiero per don Fabio Malucci, (unico novello sacerdote della diocesi di Como che sarà ordinato il prossimo sabato 13 giugno). «Prego per lui e spero che tra 50 anni anche lui possa vivere un emozione come quella che oggi tutti voi mi state regalando, ringraziando il Signore per il cammino fatto e per tutte le persone incontrate…»

La celebrazione riserva uno spazio anche al saluto di suor Claudia Pensa, sorella di padre Alberto, che quest’anno ricorda anch’essa i 50 anni di professione religiosa.

La giornata è continuata poi nel salone della scuola elementare: qui gli alpini di Lierna hanno preparato un pranzo ricco di gioia e di emozioni, rievocate anche con un filmato-racconto dei 50 anni di sacerdozio di padre Alberto che ha regalato al sacerdote anche un video-biglietto di auguri, proveniente direttamente dalla sua missione.