Il Mosaico “allarga” lo Statuto

Un cambio di passo per l’associazione Il Mosaico si è registrato proprio nel giorno dell’anniversario della costituzione dell’organizzazione che opera a Villa del Pino. Lo scorso 10 marzo, infatti, ventisei anni esatti dopo la sua nascita l’associazione di Monte Porzio Catone si è riunita in un’assemblea straordinaria dei soci per deliberare la modifica dello Statuto. È stato padre Mario Longoni a spiegare questa scelta, maturata dalla Giunta esecutiva dell’associazione: «Dobbiamo considerare in maniera oggettiva che la finalità dell’assistenza alle persone con Hiv/Aids che l’associazione ha attualmente è diventata limitativa per l’attività dei soci. Gli studi e le ricerche possono oggi documentare come sia realmente cambiata la condizione delle persone malate in Aids e come i numeri delle persone da assistere siano relativamente “contenuti” rispetto alla necessità di cura della popolazione complessiva. Alla luce di queste considerazione, la nostra proposta è quella di ampliare le finalità dell’associazione, per aprirci alle nuove condizioni di disagio di tante altre persone». Le finalità di assistenza rimangono centrali nell’attività del Mosaico che dunque non cambia la sua natura, anche se estenderà la sua opera a una popolazione più vasta, come stranieri, rifugiati e richiedenti asilo.

Questo slideshow richiede JavaScript.