#inviaggioconvittore: il Centro Saint Michel

Il fotografo Vittore Buzzi e padre Mario Longoni, dopo qualche giorno trascorso a Niem, si trovano ora presso il centro «Saint Michel» di Bouar, un vero e proprio porto d’approdo per tanti malati. L’impressione dei viaggiatori – soprattutto di padre Mario, che ha contribuito alla realizzazione dell’opera legatissima alla casa-famiglia di Monte Porzio in Italia – è che il centro sia ormai diventato una struttura di altissima specializzazione per la lotta all’Aids e un punto di riferimento per tutti i dispensari sanitari della regione. Qui, insieme a fratel Angelo Sala, operano anche suor Rita e Morena con un lavoro preziosissimo di catalogazione e archivio che purtroppo terminerà il 30 maggio quando le due religiose dovranno rientrare per obbedienza in Italia. Proprio come a Monte Porzio Catone, per favorire il lavoro d’equipe nel centro è stata introdotta la pausa caffè obbligatoria alla quale partecipa tutto il personale per un momento di relax e di confronto. Lunedì mattina poi sono da Bouar verso Niem sono partiti le attrezzature e i viveri destinati alle scuole di villaggio di padre Arialdo Urbani e all’ospedale di padre Tiziano Pozzi, tra cui – nella foto – si scorgono anche indispensabili scorte di Nutella…

 

Questo slideshow richiede JavaScript.