La festa di famiglia si fa a Castellazzo

È ormai diventata una tradizione irrinunciabile per tante famiglie, la festa degli auguri che ogni dicembre chiama a raccolta i parenti e gli amici dei padri betharramiti. L’appuntamento – che in questi anni ha itinerato nelle diverse comunità betharramite – è stato ospitato da Castellazzo di Bollate e dai padri Egidio Zoia ed Ennio Bianchi che vi abitano e che hanno fatto gli onori di casa. Sono accorse oltre cinquanta persone per un incontro familiare cominciato con i saluti del nuovo vicario padre Piero Trameri che – proprio nella comunità da sempre impegnata su questo fronte – ha sottolineato il lavoro dei tanti laici che collaborano con i padri betharramiti. Un saggio dell’opera di gruppi e laici è stata data dagli interventi durante la tavola rotonda introdotta dal giornalista Roberto Beretta: Natale Gorgia ha raccontato l’esperienza di approfondimento della spiritualità di san Michele durante gli incontri del “Cenacolo” guidati da padre Ennio proprio a Castellazzo; Marco Mascheroni ha dato testimonianza della sua esperienza da storico operatore di Villa del Pino; infine Ilaria Beretta ha spiegato il lavoro del centro di comunicazione Betagorà votato alla collaborazione con le altre realtà della congregazione. Prima della Messa celebrata nella parrocchia di San Guglielmo e del pranzo insieme, è stato proiettato un video-ricordo dedicato al missionario padre Raimondo Perlini, recentemente scomparso.