Padre Beniamino costruisce ponti di pace

La missione “Notre Dame de Fatima” di Bouar con il suo parroco padre Beniamino Gusmeroli è in prima linea su tanti (e diversi) fronti. In questi giorni, per esempio, sono stati conclusi i lavori di realizzazione di tre piccoli ponti in sostituzione dei precedenti realizzati con materiale di fortuna. I tre ponti (realizzati su richiesta dell’ONU, per facilitare il raggiungimento dei villaggi) si trovano sulla strada che da Bouar porta verso i villaggi di Ndongue e Losso, a circa 80 chilometri dalla missione: tutte strade percorse abitualmente dai missionari betarramiti sia per promuovere la catechesi sia per visitare le scuole.
Ma le attività non si fermano qui: insieme alla costruzione di ponti, continua il programma di formazione e di distribuzione delle sementi (prevalentemente arachidi, mais, fagioli, zucche, sesamo) e del materiale di lavori ai diversi gruppi agricoli, già iniziato con la Fiera Agricola, in collaborazione con la Caritas.
Yongoro, Vouin e Ndongue sono alcuni dei villaggi che nel mese di aprile hanno ospitato i quasi 130 gruppi agricoli  della regione Nana-Mambere che hanno voluto partecipare all’iniziativa.
Anche queste risposte sono delle piccole speranze di ripresa e di un ritorno, molto lento, alla normalità e pace.