Padre Natale Re: «Festeggiare le solennità, anche all’ospedale»

Dopo un’esperienza come responsabile del santuario Nostra Signora dei Miracoli presso la celeberrima Piazza del Popolo a Roma, il betharramita padre Natale Re è stato trasferito da qualche mese all’occupazione più «periferica» ma non meno importante dell’assistenza ai malati presso l’ospedale di Pistoia. Recentemente – in occasione della solennità di san Jacopo cui la clinica è dedicata – il riservato padre Natale ha avuto modo di raccontare alcune iniziative realizzate in questo primo periodo. «La difficoltà maggiore, qui all’ospedale, è coinvolgere i malati e il personale medico-assistenziale. Per esempio, è più facile far sentire la presenza del Vescovo in occasione del Natale, della Pasqua o della Giornata del Malato piuttosto che non in occasione della festa di San Jacopo. Per questa solennità abbiamo comunque programmato alcuni giorni di preghiera con momenti significativi come l’adorazione eucaristica seguita dalla celebrazione della Messa; la recita della Coroncina della Divina Misericordia e del Santo Rosario meditato seguito dalla Santa Messa. Abbiamo anche previsto la celebrazione dei Primi Vespri in onore del Santo che sono stati presieduti dal Vescovo. È stato importante consacrare la devozione a San Jacopo perché come apostolo del Signore ci insegna a testimoniare la gioia e l’entusiasmo della nostra fede in questo ambiente di sofferenza e malattia, di vita e di morte».