Paraguay: i giovani cattolici contro la corruzione

Un vento di protesta soffia sul Paraguay e tocca anche i giovani cattolici. Da pochi mesi è cominciata la nuova legislatura ma i suoi rappresentanti sono già stati colpiti da accuse di corruzione che – da agosto ad oggi – hanno costretto alle dimissioni tre parlamentari. All’origine delle contestazioni c’è un giovane architetto e attivista sociale cattolico, Juan Sebastián Bonini, che il 1 agosto scorso ha fatto irruzione nella Camera dei deputati per chiedere le dimissioni di un senatore già privato dell’immunità parlamentare. Ad accompagnare Bonini nella lotta contro la corruzione sono stati altri ex alunni di scuole cattoliche, tra cui il collegio di Asuncion dei padri betharramiti, il San José. Insieme, questi ragazzi hanno promosso un corteo per chiedere le dimissioni di altri tre parlamentari nonché l’approvazione di norme anticorruzione.