Perché donare il 5×1000 a Bétharram

Mezzo miliardo di euro è la somma lasciata dagli italiani ad associazioni di volontariato, enti di ricerca, Comuni e associazioni culturali attraverso una semplice firma sulla dichiarazione dei redditi. I dati diffusi dall’Agenzia delle entrate riguardo le scelte fatte dai contribuenti per l’anno 2017 in sede di dichiarazione dei redditi raccontano infatti tutte le donazioni del 5×1000 dell’Irpef, la parte di tasse che già i cittadini pagano allo Stato e che però ognuno può scegliere di destinare come contributo agli enti del Terzo Settore.

 

Nella lunga lista ci sono anche le associazione legate alla congregazione betharramita e in particolare l’associazione il Mosaico e AMICI Betharram Onlus. L’anno scorso 285 persone si sono ricordate dell’associazione di Monte Porzio Catone e, grazie al loro gesto, Il Mosaico riceverà nel corso del 2019 ben 11.362,55 euro. Anche AMICI Betharram Onlus, associazione di volontariato più giovane, sta crescendo nel cinque per mille: per lei ci sono state 121 firme per un totale di 5.383,25 euro.

 

Con i soldi del 5×1000 l’anno scorso il Mosaico ha comprato una poltrona da dentista che è volata fino in Centrafrica, dove – presso il Centro San Michele di Bouar – è nato un ambulatorio odontoiatrico. Inoltre parte della somma ricavata dalla generosità dei contribuenti è servita per attuare il progetto di accoglienza di profughi attraverso l’esperienza dei corridoi umanitari. AMICI Betharram Onlus invece ha usato il denaro ricavato dal 5×1000 per completare i lavori della sala operatoria presso l’ospedale di Niem.

 

Anche quest’anno che si avvicinano le scadenze fiscali è bene sapere che si può aiutare Betharram senza alcun costo: per farlo basta indicare il codice di riferimento dell’associazione (92004980584 per il Mosaico e 93014480136 per AMICI) nello spazio riservato alla associazioni di volontariato sulla dichiarazione dei redditi.