Presenza racconta la bellezza di un Dio che s’abbassa

Anche Presenza betharramita si prepara al Natale con uno «speciale» sul tema dell’incarnazione. Accompagnati da suggestive Madonne con bambini – firmate da Giovanni Bellini, Filippo Lippi, Giotto e Andrea Pisano –  il dossier numero quattro del trimestrale italiano della congregazione si sofferma su uno degli argomenti centrali della spiritualità di san Michele Garicoits che ne ha fatto l’intuizione fondamentale del proprio pensiero teologico. «Padre Michele – si legge su Presenza – è stato folgorato di stupore davanti all’abbassamento di Dio nella persona del Bambino di Betlemme: piccolo, umile, indifeso e ne ha fatto la prova dell’amore immenso del Creatore per le sue creature e nello stesso tempo il modello dell’atteggiamento che gli uomini dovrebbero assumere tra loro». Un concetto apparentemente semplice ma un mistero non così scontato nella storia e oggi tanto che vale la pena approfondirlo. Ma in Presenza (come sempre disponibile anche online, qui) si trova ancora una coda del Capitolo generale dello scorso maggio, con le proposte dei religiosi, il loro messaggio ai laici, l’intervista al nuovo generale padre Gustavo Agìn e il primo intervento del nuovo Vicario d’Italia padre Piero Trameri. Infine qualche pagina di memoria col ricordo del prete poeta padre Giacomo Ghislanzoni, scomparso dieci anni fa, e la testimonianza inedita di una suora ultracentenaria che racconta la missione betharramita in Cina prima dell’espulsione del 1952.

 

L’anno sta finendo! Per rinnovare l’abbonamento a Presenza betharramita (quattro numero, euro 10) spedisci un’offerta tramite bollettino postale sul c/c n. 15839228 intestato a Provincia italiana della Congregazione del Sacro Cuore di Gesù di Bétharram.