Roma: un piatto caldo per i bisognosi

La compagnia degli amici di Gesù, Giuseppe e Maria dà un pasto caldo ai poveri a Roma

Dare da mangiare agli affamati: recita così una delle opere di misericordia corporali, rispolverata in questi giorni che precedono l’apertura del giubileo straordinario a Roma, ma già tornata d’urgente attualità negli anni di crisi economica. Dal gennaio 2015 anche la compagnia di Gesù, Giuseppe e Maria – associazione nata in seno al movimento carismatico cattolico e legatissima al Santuario dei Miracoli della capitale, gestito da un secolo dai padri betarramiti – gestisce e coordina una mensa dei poveri proprio in Piazza del Popolo a Roma. Ogni lunedì i volontari della Onlus (circa una cinquantina) si trovano nei locali della chiesa di Santa Maria del Popolo, proprio davanti al Santuario dei Miracoli dove i carismatici pregano abitualmente sotto la guida di padre Mario Giussani, e distribuiscono circa 120 pasti caldi. Per accedere alla mensa bisogna prendere un numerino nel primo pomeriggio che servirà a regolamentare l’ingresso in due turni a partire dalle ore 19. L’idea si sposa benissimo con gli intenti del gruppo, da sempre interessati a rispondere alle necessità primarie di poveri e bisognosi. Il sogno dell’associazione è raddoppiare l’apertura della mensa e inaugurare – si mormora entro la fine dell’anno –  un dormitorio con ben 30 posti letto per i tanti senzatetto romani.