Settembre: tutte le iniziative di Castellazzo

Sono la comunità betharramita italiana più piccola ma anche una delle più attive quella di Castellazzo di Bollate che da anni vede protagonisti due sacerdoti sull’età ma pieni d’iniziativa, soprattutto sul versante spirituale. Il tandem formato dai padri Ennio Bianchi ed Egidio Zoia infatti da un decennio circa apre le porte della parrocchia San Gugliemo, presentando proposte annuali di carattere religioso sulla Bibbia, sull’attualità e sul carisma betharramita. Il gruppo più longevo dell’esperienza della comunità bollatese è quello delle famiglie che il quarto sabato del mese (dalle ore 19) si ritrova per riflettere partendo dalla vita quotidiana e per pregare: quest’anno il filo conduttore dei loro incontri che iniziano il 30 settembre e continuano fino a maggio saranno i salmi. Una domenica al mese (sempre alle 19) invece viene riservata al cosiddetto «Cenacolo», un’altra fortunata esperienza di Castellazzo che quest’anno a partire dal 15 ottobre si focalizzerà sul «volto di Cristo» cercando di interpretarne la figura, di spiegare il senso dell’Incarnazione e delle sue conseguenze. Entrambe le esperienze – che contano circa 9 incontri l’una – sono aperte a tutti e i partecipanti sono poi invitati a fermarsi per una cena insieme dopo ogni incontro: un bel modo per fare gruppo e creare laici coesi far loro. Più impegnativo invece è il corso di spiritualità biblica (sempre tenuto da padre Ennio Bianchi) che negli anni passati ha preso in considerazione un libro diverso della Bibbia, da Genesi, Esodo e Salmi ai Profeti, Libri Sapienzali e Apocalisse. Gli appunti di questi cicli di studio sono stati raccolti e resi disponibili sotto forma di «dispensa» e oggi formano un volume consistente. Quest’anno il gruppo di spiritualità biblica comincerà martedì 10 ottobre e seguirà per circa 15 incontri (due martedì al mese, dalle 21 alle 22,15) un tema un po’ diverso, dal titolo «La nostra vita allo specchio di Dio». Insomma, il palinsesto di iniziative di Castellazzo è già ricco di proposte per le quali non è peraltro richiesta alcuna iscrizione: chi è interessato può chiedere direttamente ai padri coinvolti, sempre felici di accogliere nuove persone nella loro casa.