Tutti i santi betharramiti su Presenza

Il primo – e l’unico canonizzato ufficialmente  – è Michele Garicoits, fondatore della congregazione del Sacro Cuore di Gesù di Bétharram. Ma le aureole care ai betharramiti sono numerose ed è a loro che è dedicato il dossier del numero 2 di Presenza betharramita (consultabile online). La carrellata dei santi comincia da suor Miriam Baouardy, carmelitana dichiarata santa da soli quattro anni, la quale ebbe un ruolo importante nell’approvazione delle Costituzioni dell’istituto. C’è poi padre Augusto Etchecopar, compagno e successore del Garicoits per il quale è aperta da tempo una causa che proprio nell’ultimo anno è stata rilanciata; padre Eduard Cestac, compagno di seminario di san Michele e poi a sua volta fondatore di una famiglia religiosa e santa Elisabetta Bichier des Ages, fondatrice delle Figlie della Croce, congregazione considerata “gemella” di quella betharramita con cui non a caso le suore hanno collaborato e lavorano in molte comunità. Infine nelle storie dei santi cari alla famiglia religiosa trova spazio naturalmente Bernadette, la veggente di Lourdes alla apparizioni della quale san Michele fu uno dei primi a credere.