Una sposa in casa famiglia

L’infermiera di Villa del Pino si è vestita di bianco, ma per un giorno non ha indossato il camice bensì l’abito da cerimonia con il quale ha percorso la navata sulle note della marcia nuziale. Ad assistere nei preparativi e nel gran giorno la sposa Luisaoperatrice sanitaria nella casa di Monte Porzio, c’era tutta la famiglia betarramita, sacerdoti e ospiti per i quali il matrimonio è stata una vera e propria festa. I ragazzi per mesi hanno infatti indagato su tutto, prendendo parte alle prove del vestito fino alla scelta dell’addobbo floreale, spuntando la lista degli invitati ed esprimendo opinioni sulle bomboniere. «In ogni ambiente di lavoro succede che qualcuno si sposi – ha spiegato padre Mario Longoni, superiore di comunità – ma vivere un matrimonio in una casa-famiglia come la nostra ha una valenza molto più particolare: per gli ospiti la celebrazione di un amore, la prospettiva di un futuro da genitori, l’impegno per allestire una nuova casa, la gioia della festa di un matrimonio sono sapori che gli ospiti non credevano di poter più riassaporare. L’infermiera Luisa ha capito benissimo questo e ha permesso che la Casa condividesse ogni momento del suo matrimonio».

Questo slideshow richiede JavaScript.