Venerdì santo, con Bétharram

Per prepararsi alla Pasqua, in questo venerdì santo, vi proponiamo una lirica del padre betharramita Ezio Soroldoni, accompagnata da una fotografia scattata nella casa-famiglia “Villa del Pino” dal fotoreporter Vittore Buzzi. Con due linguaggi, quello delle parole e quello delle immagini, raccontano della «vita che nasce dalla morte».

Venerdì santo

Dal mio calendario i giorni
in fuga sono scomparsi
dentro la monotonia nuova della vita che nasce dalla morte: ogni giorno è Venerdì Santo.

Sul calvario della terra una croce di luce
ha scavato le tenebre:
e negli argini dell’eterno il tempo dell’uomo

ha ritrovato il suo Mare.

Ezio Soroldoni, betharramita

12 aprile 1963

foto: Vittore Buzzi, Villa del Pino, 2015