Castellazzo: una raccolta fondi per salvare la chiesa

I padri betharramiti di Castellazzo di Bollate hanno lanciato un appello alla cittadinanza. L’obiettivo è raccogliere i fondi per restaurare la chiesa San Guglielmo, la canonica e il campanile. Si tratta di edifici importanti per la frazione:  la parrocchiale è stata voluta dall’arcivescovo di Milano san Carlo Borromeo, risale al 1573 e per questo è un’architettura storica; il campanile di Castellazzo, invece, ha valore soprattutto simbolico visto che i rintocchi delle sue campane hanno scandito per secoli i ritmi del paese. Ora queste strutture hanno bisogno di un importante intervento di restauro e i padri betharramiti hanno già provveduto a stendere il progetto che prevede il rifacimento del tetto della chiesa, della casa canonica, il ripristino delle facciate e la sistemazione del campanile. Per trovare i fondi  i religiosi insieme ai tanti che frequentano la piccola ma attivissima parrocchia si sono rivolti al Comune di Bollate, alla Curia di Milano, alla Fondazione Augusto Rancilio che possiede la vicina Villa Arconati. Una campagna di raccolta fondi però è stata lanciata anche ai cittadini comuni, che volentieri condividiamo: chi volesse contribuire si può rivolgere direttamente in parrocchia oppure tramite versamenti sul conto corrente della stessa Parrocchia di San Guglielmo (Iban IT53J0306933131100000005439)