Ciao Mario

Alla vigilia di Natale una triste notizia addolora la famiglia betharramita: Mario Grugnola, seguace attivo della spiritualità di san Michele che tante energie ha speso per la congregazione italiana dei padri, è scomparso stamattina a 93 anni all’ospedale di Garbagnate (Milano) dove era ricoverato. Mario era un ingegnere che negli anni della pensione si era legato alla parrocchia betharramita San Guglielmo di Castellazzo di Bollate presso la quale frequentava, insieme alla moglie Laura, le riunioni mensili del gruppo “Cenacolo” coordinato da padre Ennio Bianchi. Il carisma del fondatore betharramita qui conosciuto, Mario l’aveva talmente preso a cuore che nell’ultimo decennio decise di pubblicare prima un agile fascicoletto di avvicinamento al santo basco e poi  – grazie alla sua ottima conoscenza del francese – di curare la ponderosa traduzione di tutte le lettere del fondatore nonché di un fondamentale volume sulla sua spiritualità. La sua sincera ricerca di laico verrà ricordata anche in occasione dei funerali che si svolgeranno venerdì 27 dicembre alle 15 proprio nella chiesa San Guglielmo di Castellazzo di Bollate (via Madonna Fametta, 2).