Cos’ha detto padre Gustavo ai betharramiti di Villa del Pino

Tra le comunità italiane che il superiore generale ha fatto in tempo a visitare prima dello stop della visita canonica resosi necessario per l’emergenza sanitaria che sta coinvolgendo il nostro Paese, c’è quella di Monte Porzio Catone. A Villa del Pino padre Gustavo ha lodato la realtà della casa-famiglia che – in un momento di grande incertezza – dimostra che è possibile impegnarsi e «uscire» incontro ai più bisognosi. Il generale ha sottolineato che l’accoglienza e l’accompagnamento sono la missione di quest’opera ma anche modi di vivere molto betharramiti. La Regola di vita della congregazione infatti chiede di vivere come una famiglia, in piena condivisione, facendosi carico dei pesi gli uni degli altri. Particolarmente significativa, secondo padre Gustavo, la presenza di un fratello in comunità: un segno importante che ricorda a tutti il fatto di essere religiosi. «Per tutto questo – ha detto il generale alla comunità – avete motivo di essere gioiosi!»

 

Questo slideshow richiede JavaScript.