Il collegio betharramita sotto al tendone

E per un giorno, tutto il collegio San Michele Garicoits di Martín Coronado, in Argentina, è diventato… un circo! È avvenuto per la Giornata del Bambino, che si celebra la terza domenica di agosto (mese che nell’emisfero australe non è di vacanza…). Per l’occasione la comunità educativa del collegio ha pensato di trasformarsi appunto in un circo, invitando tutti ­– i docenti, gli impiegati e gli allievi più grandi – a travestirsi di conseguenza con quello che avevano in casa.

Palloncini, ghirlande, musica appropriata e una moltitudine di pagliacci, trapezisti, principesse, supereroi, persino un simpatico panda hanno ricreato l’atmosfera magica del grande tendone, mentre gli studenti dell’ultimo anno offrivano giochi e merende e gli insegnanti si esibivano nello spettacolo «C’era una volta il circo»: la storia di una carovana circense molto speciale che arrivava nel quartiere per rallegrare i bambini, con acrobati, maghi, clown, donne-cannone, mimi, pattinatori.

La festa è stata grande e originale. Già nel 2019 (nel 2020 la pandemia ha costretto a una manifestazione in diretta Youtube) il collegio aveva proposto una fantasiosa reinterpretazione delle fiabe classiche in uno spettacolo intitolato «La favola che non è una favola», con i personaggi tradizionali che si ribellavano agli stereotipi che l’autore aveva loro appiccicato: dal Gatto con gli Stivali che indossa le infradito, a una Cenerentola stanca di vivere solo per cucinare e pulire, all’orco che chiede di essere accettato nella sua diversità, a Biancaneve non più legata soltanto al Principe azzurro…