Padre Simone su La Nazione

Le solide radici brianzole non gli hanno impedito di finire nella galleria dei “Ritratti pistoiesi”, la serie che il quotidiano toscano La Nazione ospita sulle sue pagine e che dedica a personaggi significativi della provincia. Il betharramita padre Simone Panzeri è infatti il protagonista del lungo articolo pubblicato domenica e firmato dalla giornalista Lucia Agati, in cui prova a raccontare l’attività della parrocchia San Francesco di Pistoia di cui è attualmente parroco. «C’è un bel movimento di fedeli. Le messe sono molto partecipate e non abbiamo avuto quel grande calo che ci si aspettava con la riapertura. Nei bambini e negli adolescenti abbiamo notato che prima del Covid avevano sempre il cellulare in mano. Ora non più. Questo è un aspetto che è radicalmente cambiato. Hanno fame di relazioni, di condividere il tempo, di chiacchierare. Le relazioni sono importanti, e questo è un segno bello». «Personalmente – dice ancora padre Simone – a Pistoia ho riscoperto i Cammini. Qui li ho fatti quasi tutti. Da Montemurlo a Santiago, poi San Jacopo, San Bartolomeo, la via Francesca della Sambuca, da San Pellegrino al Cassero, e nel 2022 torneremo a Santiago con la Diocesi. È una esperienza di fede iniziata qui. Consente di riprendere un ritmo più calmo, per riflettere. C’è la fatica, c’è la scelta di cosa portare che fa meditare sull’essenziale. Aiuta a chiedere aiuto ed è quindi un momento di umiltà».