Pistoia: p. Simone guida la nuova equipe di pastorale giovanile

Il virus non ha fermato la pastorale giovanile della diocesi di Pistoia, il cui responsabile è il betharramita padre Simone Panzeri. Anzi, proprio durante la chiusura totale determinata dalla prima ondata è nata restiamoinsieme, una vera e propria equipe di pastorale giovanile composta da 12 ragazzi provenienti da varie parrocchie della diocesi che nella prima fase ha realizzato video per commentare una parole chiave del Vangelo della domenica e che ora si è già attrezzata per questa seconda ondata. «Da subito – ha spiegato al settimanale diocesano padre Simone – ci siamo resi conto dell’impossibilità di fare piani a lungo termine. Per ora ci siamo dati due punti che ci servono da binari su cui montare e smontare le iniziative. Il primo binario è quello relativo alle relazioni da stabilire e mantenere con i vari gruppi giovani e anche con i singoli giovani. Questo primo obiettivo ci pare molto importante e fondamentale per combattere soprattutto una situazione che il Coronavirus ci sta facendo vivere: quella dell’impoverimento e della paura delle relazioni. Un secondo binario che ci guida è quello di fornire dei contenuti a supporto dei gruppi e dei singoli giovani». A questo proposito, domenica scorsa, l’equipe di pastorale giovanile ha messo a disposizione online un sussidio di riflessione e preghiera per l’Avvento. Per restare accanto ai giovani, poi, l’equipe ha messo a punto un progetto di animazione digitale su Facebook e Instagram; mentre per il prossimo anno si sta già pensando a incontri (in presenza o via web) con testimoni significativi da presentare ai vari gruppi giovani della diocesi.