L’agenda 2020 per la falegnameria dei giovani

 

Come ogni anno AMICI Betharram Onlus propone un’agenda per il nuovo anno: acquistandola si contribuisce ai progetti sostenuti dall’associazione e realizzati dai missionari in Repubblica Centrafricana e Thailandia.

Per il 2020 l’agenda missionaria – curata per l’editrice Velar da don Valentino Salvoldi – propone un percorso tra le parole e la testimonianza di fede dei grandi protagonisti dell’Antico testamento: il tema del diario è sintetizzato nel titolo “Sguardi rivolti all’infinito”.

Acquistando l’agenda si sostiene il progetto dell’atelier di falegnameria per i giovani a Bouar. L’associazione AMICI sta infatti raccogliendo fondi per i lavori di ristrutturazione e l’acquisto dell’attrezzatura per un laboratorio di falegnameria dove i giovani imparano un mestiere con cui vivere dignitosamente. La bottega legata alla missione “Notre Dame di Fatima” dei padri betharramiti di Bouar è stata distrutta dalla guerra civile che si combatte in questa terra dal 2013 e solo da poco è stata riaperta grazie all’arrivo di fratel Hermann Bahi, religioso originario della Costa d’Avorio ma anche falegname di professione.

L’agenda 2020 è in vendita a 10 euro. Per averla basta contattare l’associazione AMICI tramite email (associazione.amici.betharram@gmail.com) oppure telefonando al numero 031 62 65 55.

Don Valentino Salvoldi, missionario, già docente di filosofia e teologia morale all’Accademia Alfonsiana – Università del Laterano in Roma – e ora “professore visitatore” dei seminari delle giovani Chiese (Africa e Asia), ha creato attorno a sé un vasto movimento di solidarietà con i popoli del Sud del mondo. Ha fondato “Shalom”, un’organizzazione non lucrativa avente come finalità la crescita morale e culturale dei giovani in Italia e nei Paesi impoveriti. Dal 1998 il suo nome compare nell’annuario “Distinguished leadership” che lo segnala per i suoi eminenti contributi come scrittore e come promotore di giustizia e di pace (American Biographical Institute). I suoi numerosi libri, scritti con stile semplice e tradotti in molte lingue, nascono dalla vita e tornano tra la gente per dare speranza, per rendere il mondo più giusto e fraterno, più vicino al regno del Dio fatto Uomo.