Suor Mainetti sarà beata

Sarà beata suor Maria Laura Mainetti, la religiosa assassinata a Chiavenna il 6 giugno 2000 da tre giovani minorenni al termine di un rituale satanico. Suor Laura apparteneva alla congregazione delle Figlie della Croce fondata dalla nobile (poi diventata santa) Elisabetta Bichier des Ages di cui san Michele fu confessore e la cui vicinanza suggerì al Garicoits la fondazione di una famiglia religiosa. Prima di essere accoltellata dalle tre ragazze suor Laura disse: «Eccomi! Signore, perdonale»: il suo è stato considerato ufficialmente dalla Chiesa un martirio. Venerdì scorso il papa ha autorizzato la promulgazione dei decreti che riguardano quattro nuovi beati tra cui appunto suor Mainetti la cui fama di santità era stata riconosciuta subito all’indomani dell’omicidio con molta gente che si recava in pellegrinaggio nel luogo del delitto. Suor Mainetti, classe 1939, era a Chiavenna nel 1984 dove era stata apprezzata per la sua mitezza e disponibilità. Qualità delle quali approfittarono Ambra, Milena e Veronica che decisero di profanare una tomba immolando l’esile religiosa. Una delle tre le telefonò dicendo di essere stata violentata, di essere rimasta incinta e di voler abortire e così il 6 giugno 2000 attirò suor Mainetti in un posto isolato dove poi le tre ragazze la uccisero.