Villa del Pino al seminario delle case-alloggio

“Fare i conti con la cronicizzazione tanto degli ospiti che degli operatori”: è questo l’obiettivo (e il sottotitolo) del seminario di formazione che il Coordinamento Italiano Case alloggio (Cica) ha organizzato a Pesaro tra l’8 e il 9 settembre e al quale stanno partecipando in presenza due operatrici che da tanti anni lavorano nella casa famiglia betharramita di Villa del Pino. Il corso – intitolato “Perché la vita non sia solo una patologia cronica degenerativa” e rivolto agli operatori di lungo corso – prevede relazioni di due esperti e una fase di lavoro di gruppo su un tema particolarmente interessante per chi si occupa di persone in Aids. La malattia infatti, grazie ai farmaci antiretrovirali e terapie sempre più efficaci, da tempo si è cronicizzata e ha inevitabilmente cambiato le condizioni di vita che gli ospiti si trovano ad affrontare. Non solo: anche l’assistenza alle persone con Hiv, spesso svolta nella casa famiglia dagli stessi operatori nell’arco di decenni, è diventata in qualche modo “cronica”. Per questo il Coordinamento delle Case alloggio di cui Villa del Pino è parte attiva ha deciso di rifletterci con l’obiettivo di evitare che il lavoro degli operatori entri in un cortocircuito di pensiero e di prassi, all’interno del quale è difficile avere una prospettiva a lungo termine e rigenerarsi.

 

 

Una operatrice di Villa del Pino fa una relazione durante il seminario Cica

 

Foto di copertina: Vittore Buzzi, Villa del Pino 2008