A San Zio la messa della ripresa si celebra all’aperto

A qualche giorno dalla prima domenica in cui in tutta Italia sono ricominciate le messe con il popolo arrivano belle fotografie della ripresa. Tra queste l’immagine (qui sopra) della celebrazione all’aperto a San Zio, la frazione del paese di Cerreto Guidi che da qualche tempo è affidato alla cura pastorale del padre betharramita Alessandro Locatelli. La piccola frazione di San Zio è un luogo dalla scenografia notevole che si apre sulla valle dell’Arno ma anche un luogo di una certa importanza storica. La località – abitata già dall’Alto Medioevo – nasce intorno all’antica chiesa di “San Sentio” che fino alla metà del Duecento appartenne ai conti Guidi che amministravano il territorio dal castello di Cerreto. Qui la famiglia di Leonardo da Vinci – che dista sei chilometri da Cerreto – aveva dei poderi come risulta da alcuni documenti del 1498. Dalla seconda metà del Cinquecento sulle terre di San Zio misero gli occhi anche i Medici: il Granduca Cosimo I e il figlio Francesco ne acquistarono una larga parte insieme alle case del castello di Cerreto su cui sarà successivamente costruita la grande Villa Medici di Cerreto Guidi.