Ad Albavilla apre la locanda della solidarietà

All’osteria per parlare di missione: si fa ad Albavilla (Como) dove per due weekend, a partire da domenica prossima, AMICI Betharram Onlus apre una «locanda della solidarietà» che insieme al buon cibo offre la possibilità di conoscere le opere dei padri betharramiti in Centrafrica e Thailandia. Se a qualcuno l’idea può sembrare bizzarra, bisogna invece sapere che  l’iniziativa rientra nella tradizionale Festa dei Crotti che la Pro Loco locale organizza da ormai un decennio nel paesino comasco. La sagra nasce per valorizzare le costruzioni rurali sparse alle spalle del nucleo storico del Paese: i crotti presentano il tipico aspetto a volta con una parete di fondo in roccia da cui escono getti d’aria fresca, indispensabili per garantire il mantenimento di temperatura e umidità costanti. Ad Albavilla gli antri – le cui potenzialità dovute alla natura carsica dei vicini monti vennero intuite alla fine del Settecento – sono 34, alcuni dei quali saranno visitabili sabato 5, domenica 6, sabato 12 e domenica 13 ottobre. In questo contesto l’associazione AMICI, che per il primo anno partecipa alla festa dei crotti, ha allestito un suo spazio in via Mentana 8, a due passi dal Comune, e presentato un ricco programma. Oltre alla mostra fotografica di Vittore Buzzi sulle missioni in Repubblica Centrafricana, i padri betharramiti propongono al sabato (dalle ore 19) un apericena (8 euro) e alla domenica (dalle ore 12) una degustazione di salumi e taglieri. La locanda della solidarietà sostiene la riapertura del laboratorio di falegnameria a Bouar, una scuola di apprendistato dove i giovani centrafricani possono imparare un mestiere e garantirsi un futuro dignitoso in un Paese ancora segnato dalla guerra civile.