P. Angelo Riva: quarant’anni di messa in cascina

I quarant’anni di ordinazione padre Angelo Riva li ha festeggiati all’aperto insieme alla comunità con cui ha trascorso l’infanzia. Siamo a Triuggio e precisamente nella frazione di Montemerlo, la cui cascina è stata allestita ieri (sabato 29 giugno) per accogliere la messa e una cena in amicizia. Ordinato nel duomo di Como il 23 giugno 1979, padre Angelo volle infatti celebrare la seconda messa proprio a cascina Montemerlo: da allora ogni giugno i compaesani lo invitano a tornare a casa per rinnovare la tradizione che quest’anno era ancora più speciale, vista la cifra tonda dell’anniversario. Sull’altare accanto a padre Angelo c’era anche don Stanislao Brivio che ricordava il sessantesimo di ordinazione e il betharramita padre Aurelio Riva, missionario in Brasile dal 1983 ma rientrato in Italia in tempo per celebrare i suoi 53 anni di messa. A padre Angelo gli amici hanno regalato un dipinto che rappresenta scene di vita quotidiana nella cascina con l’obiettivo di tenere saldi i legami con la comunità natia; invece da parte sua il sacerdote – che attualmente è superiore della comunità betharramita di Colico – ha ricordato nell’omelia il momento in cui è partito da casa: «La prima volta che ho detto sì? Il 4 ottobre 1964: quando sono partito da Montemerlo. Qualcuno mi aveva chiesto “Vuoi farti prete?” e io ho risposto di sì. Da quel momento i sì sono diventati tanti: quello del noviziato e della professione perpetua, il sì da dire nel momento in cui chiedi di essere ammesso agli ordini minori, al diaconato e infine al sacerdozio. Proprio come una coppia in un matrimonio oppure chi ogni giorno si alza per andare a lavorare, si continua sempre a dire sì».

Questo slideshow richiede JavaScript.