Padre Arialdo incontra la comunità di Talamona

Avrebbero dovuto partire per il Centrafrica quest’estate e invece il Coronavirus ha costretto un gruppo di giovani  dell’oratorio di Talamona (Sondrio) e il loro referente don Angelo a rimandare l’esperienza missionaria a tempi migliori. Non tutto però è andato perduto: approfittando della presenza in Italia di padre Arialdo Urbani, che da oltre trent’anni opera nella missione Niem, venerdì scorso la parrocchia Natività di Maria Vergine – che da anni sostiene i betharramiti in Centrafrica e le scuole di villaggio attraverso le adozioni a distanza – ha organizzato un incontro con il religioso cui hanno partecipato giovani e adulti della comunità. A organizzare la serata, cominciata con la celebrazione della messa alle ore 20.30, è stata Barbara Cerri referente del gruppo missionario di Talamona con alle spalle un’esperienza di volontariato presso i betharramiti in Centrafrica. Nonostante la pioggia battente, numerosi erano i presenti che sono intervenuti con domande e richieste di chiarificazioni al missionario.

Questo slideshow richiede JavaScript.