Il Papa buono e il film su San Michele

Anche il «Papa buono» amava san Michele Garicoits e i betharramiti (ne abbiamo parlato qui). Si sapeva che Angelo Roncalli, quando era nunzio apostolico a Parigi, visitò Bétharram il 1° agosto 1945 (e vi acquistò anche un tipico bastone basco, oggi conservato nel museo del santuario). Ora dall’esame delle agende del futuro Papa Giovanni XXIII si apprende che aveva anche visto in anteprima assoluta il film su san Michele, «L’athlète aux mains nues», uscito il 13 maggio 1952 per la regia di Marcel Garand e con attore protagonista Olivier Mathot. Sappiamo che Roncalli – il quale ci teneva a tenersi aggiornato sulle novità del grande schermo, soprattutto quelle a sfondo religioso – lo vide a Parigi esattamente il 15 gennaio 1952 insieme a un famoso scrittore storico della Chiesa, Henri Daniel-Rops, e lo definì «interessante e impressionante». Peccato che poco dopo la pellicola – per la quale Bétharram si era impegnata a fondo sia nella scrittura del soggetto e dei dialoghi (affidata a padre Benjamin Bordachar) sia nella fornitura di comparse e attori secondari – venne ritirata, pare in seguito a un contenzioso giudiziario con gli eredi di un personaggio storico di cui nel film si tratteggiavano le vicende criminali. E a tutt’oggi il lungometraggio sembra essere «scomparso».