Inaugurata la natività “artistica” di Roffia

Si apre il sipario sui presepi delle parrocchie betharramite italiane. La chiesa di San Michele Arcangelo di Roffia è stata la prima – domenica 3 dicembre – a inaugurare la propria natività realizzata completamente a mano da un gruppo di residenti nella frazione di San Miniato. Il presepe artistico – curato nei minimi dettagli e corredato da suoni e musiche – è stato presentato dopo la messa di domenica scorsa dal parroco padre Albino De Giobbi, sarà visitabile fino al 6 gennaio nei giorni festivi ma per scuole e gruppi anche su appuntamento. Per l’occasione erano presenti in vesti ufficiali anche l’assessore ai lavori pubblici Marzia Fattori il sindaco Vittorio Gabbanini che sui social ha speso parole di elogio per gli abitanti. «Roffia  – ha scritto il primo cittadino su Facebook – è una comunità speciale con persone che si danno veramente da fare. […] Sono la dimostrazione di cosa significa voler bene al proprio territorio».

 

Questo slideshow richiede JavaScript.