Monsignor Parmeggiani: «Padre Carlo ha seminato molto bene»

Monsignor Mauro Parmeggiani, vescovo di Tivoli e di Palestrina, ha fatto recapitare una lettera di condoglianze alla Congregazione del Sacro Cuore di Gesù ricordando con parole di affetto l’operato di padre Carlo Ruti, deceduto sabato scorso. «A nome dell’intero presbiterio Tiburtino – scrive monsignor Parmeggiani – desidero esprimere a tutta la famiglia della Congregazione del Sacro Cuore di Gesù di Bétharram, ai parenti, amici e conoscenti di Padre Carlo Ruti i sentimenti della mia più sentita vicinanza per la perdita di un sacerdote secondo il Cuore di Cristo che tanto ha edificato il popolo che gli è stato affidato ed anche il sottoscritto in più occasioni. Ho conosciuto Padre Carlo nel 2008 quando giungendo a Tivoli come Vescovo ricopriva l’incarico di Vicario Foraneo della IV Vicaria, la zona di montagna, favorendo sempre un clima di cordiale collaborazione e fraterna amicizia tra i sacerdoti di quella zona. In lui ho potuto più volte riconoscere un sacerdote fedele alla preghiera, agli Esercizi Spirituali annuali insieme al presbiterio tiburtino, ai suoi doveri di pastore retto ed essenziale, con una condotta irreprensibile poiché tutta permeata di comunione con Dio per il servizio disinteressato dei fratelli che desiderava unicamente portare a Cristo. Ha tanto amato la Diocesi di Tivoli: Orvinio, Montorio in Valle e la sua Pozzaglia Sabina dalla quale se ne andò per motivi di salute nella scorsa estate obbedendo ma anche tanto soffrendo. Ora, per il molto bene che ha seminato, sono certo che starà già godendo della contemplazione del Volto del Risorto. Mentre rinnovo le mie più sentite condoglianze assicuro il ricordo per Padre Carlo nella Santa Messa e lo affido, intercedente Santa Agostina Pietrantoni, alla Divina Misericordia».